Notizie Recensioni Interviste Prima Pagina Materiali Perditempo

Recensioni Reviews

Scheda

Sceneggiatura:

Yasemin Samdereli, Nesrin Samdereli

Regia:

Yasemin Samdereli

Prodotto da:

ROXY FILM GMBH IN COLLABORAZIONE CON INFAFILM GMBH, CONCORDE FILMVERLEIH

Distribuito da:

Teodora Film

Edizione italiana:

FONO ROMA FILM RECORDING

Dialoghi italiani:

FABRIZIA CASTAGNOLI

Direttore del Doppiaggio:

FABRIZIA CASTAGNOLI

Assistente al doppiaggio:

MICHELA MANCINELLI

Fonico di doppiaggio:

STEFANO NISSOLINO

Fonico di mix:

ALBERTO BERNARDI

Voci:

Vedat Erincin:

Omero Antonutti

Fahri Ogün Yardým:

Massimo Rossi

Lilay Huser:

Graziella Polesinanti

Demet Gül:

Laura Romano

Rafael Koussouris:

Riccardo Suarez

Aylin Tezel:

Federica De Bortoli

Denis Moschitto:

Gianfranco Miranda

Aykut Kayacýk:

Franco Mannella

Ercan Karacaylý:

Alessandro Quarta

Þiir Eloðlu:

Tatiana Dessi

dialoghi
italiani
3,5
direzione
del doppiaggio
4,5

Almanya - La mia famiglia va in Germania
(Almanya - Willkommen in Deutschland, Germania 2011)

Mamma, li turchi? Niente di più sbagliato. Forse. L’immagine che ne esce da questo grazioso film di Nesrin Samdereli è davvero edificante, una costruzione molto attenta a giocare sul piano della leggerezza, dell’ironia e del sentimento in cui l’operosità e il senso della famiglia vengono premiati con una vita piena di soddisfazioni (anche economiche) e di amore; una visione zuccherosa molto lontana dalla realtà dell’emigrazione turca come di altre, grondante sangue, dolore e odio razziale. E molto lontana dalla realtà attuale in cui il retaggio culturale e certe tradizioni entrano violentemente in conflitto con la decadente modernità del così detto mondo occidentale, provocando lacerazioni e spesso violenza, ogni tanto omicida, e sempre verso il mondo femminile. Non son tutte rose e fiori, quindi, anche se il filmetto buonista ce la mette tutta - grazie all’ottima interpretazione di tutti i protagonisti - a commuoverci sul piano dei ricordi e a convincerci su quello delle buone relazioni tra i popoli. Il doppiaggio di questa garbata commedia è centratissimo, le voci sono scelte e dirette con molta cura - di gran rilievo la Polesinanti, il piccolo Suarez e gli interpreti dei due fratellini - e l’ostacolo del bilinguismo è governato e superato con abilità. Grazie anche ai dialoghi, ben scritti e modulati su ogni personaggio, in cui va registrata solo qualche incespicatura nel sinc.

Giacomo Depero

Il punto di vista di...

Ho letto solo oggi la recensione di Almanya scritta da Giacomo Depero, e un commento sulla mia interpretazione ne “il Cigno nero”, scritto da Vittoria Alessi. In ritardo, ma ringrazio entrambi. Il nostro è un lavoro in cui la passione (forse-talvolta- non esageriamo- ma speriamo) premia.

Fabrizia Castagnoli

aggiungi il tuo punto di vista

La redazione si riserva la facoltà di pubblicare i contributi inviati, fatto salvo ovviamente ogni diritto di replica.

 

 

 

Avvertenze legali ~·~ © 2005~2013 aSinc.it ~·~ Tutti i diritti riservati.